BeeVenom

BeeVenom

4.6 8
BEEVENOM

Da Camilla Parker Bowles alla principessa Kate Middleton, provala per un aspetto più giovane e luminoso.

Dalla tradizione cosmetica tramandata fin dalla notte dei tempi il veleno d’api per dare alla pelle del viso un aspetto piu’ giovane e luminoso. Dalla moderna ricerca i nuovissimi principi attivi ottenuti biotecnologicamente per un risultato sorprendente in pochi giorni di trattamento. Tradizione e Scienza per un prodotto magico, unico, prezioso ed inimi- tabile.

A COSA SERVE:
Straordinaria emulsione ricca di pregiati ingredienticosmetici di ultima generazione sapientemente formulati con il preziosissi- mo veleno d’api. Il risultato è un vero elisir di giovinezza checombatte rughe e segni del tempo in pochi giorni. Il viso, già dopo poche applicazioni, sarà più giovane, lumi- noso e tonico.

COME SI USA:
Dopo la pulizia con il latte e tonico si ap- plica in modica quantità con un delicato massaggio su viso e collo fino a completo assorbimento. Dalla texture morbida e deli- cata, puo’ essere usata sia per il giorno che per la notte.

Velono D'api per il visoCOSA È IL VELENO D’APE?
Nome Prodotto: Bee venom From Apis Melli- fera Conosciuto anche come: Apitossina CAS No.: 91261-16-4.
Utilizzato sin dai tempi antichi come cura per reumatismi e dolori articolari di varia natura, oltre che per alleviare i sintomi di distrofia muscolare e sclerosi multipla, grazie alle sue doti anticoagulanti ed anti-infiammatorie è di recente entrato dalla porta principale nel mondo della cosmetica come una delle migliori alternative all’utilizzo del botox.
La parte del corpo che viene trattata con que- sto principio attivo reagisce, infatti, come se fosse stata punta realmente da un’ape, in- ducendo cioè il sangue a fluire verso la zona interessata dall’applicazione.
In tal modo viene stimolata la produzione di collagene e di elastina, proteina naturalmente presente nel tessuto connettivo e che contribuisce con le sue doti a riconferire alla pelle una forma tesa ed elastica.

ALTRE INFORMAZIONI
Da studi ancora più recenti, sembra che questo principio attivo sia in grado di stimolare anche la produzione dei cheratinociti, cellule dell’epidermide che si comportano come una vera e propria bar- riera contro fattori ambientali come batteri, perdita di acqua e i danni dovuti all’effetto dei raggi UV. Il componente principale del veleno d’ape, è il peptide Melittina.Beevenom, crema viso al veleno d'apiTale peptide presenta, in media, il 52% della totalità del veleno. Il principio attivo da noi proposto può vantare una percentuale di Melittina superiore al 73% (valore rilevato con ana- lisi RPHPLC). Questo lo rende tale veleno d’ape uno dei più puri presenti sul mercato. Consapevoli, infine, del ruolo di grande importanza che ricoprono le api nel nostro ecosistema, siamo lieti di dichiarare che il metodo utilizzato nella raccolta del loro ve- leno non prevede in alcun modo il loro mal- trattamento nè tantomeno la loro morte. I vecchi metodi di estrazione prevedevano che l’ape pungesse una lastra di gomma, cosa questa che le portava inevitabilmente a perdere il loro pungiglione. La nuova metodica utilizza invece una sottilissima lastra di vetro per la raccolta. Essendo il vetro un materiale rigido non è ingrado di trattenere il pungiglione. L’ape, dopo aver prodotto il ve- leno sarà libera di proseguire con le sue “at- tività quotidiane”. Il veleno viene poi raschia- to dalla lastra di vetro, purificato, asciugato ed infine stoccato a -25C, temperatura alla quae può mantenere intatte tutte le sue pro- prietà per 3 /4 anni.

« Torna Indietro
Lo Sapevi Che...
Secondo il prestigioso Wall Street Journal, il veleno d’api sarebbe il segreto di bellezza di personaggi come le attrici Gwyneth Paltrow, Michelle Pfeiffer e le reali d’Inghilterra, da Camilla Parker Bowles alla principessa Kate Middleton, tutte fedeli ai consigli della beauty guru Deborah Mitchell e alla sua maschera speciale realizzata con la tossina di api allevate in Nuova Zelanda. Il prodotto costa una fortuna: circa 30 grammi di principio attivo superano i 30.000 euro, 27.000 sterline ogni 28 grammi.

Chiedi Informazioni alla Consulente

Accettazione Privacy*
Registrazione Newsletter
Privacy Policy